Professionisti e PMI: a rischio l’equiparazione per accedere ai fondi UE

09-12-2015 19:19:35
L' equiparazione tra liberi professionisti e PMI per l’accesso ai fondi strutturali europei FER e FESR, inserita nella legge di Stabilità 2016 e già approvata dalla Commissione bilancio del Senato, rischia di non vedere mai luce. La norma, infatti,rischia di finire accantonata se l’emendamento, proposto da Alessia Rotta del PD, incasserà parere positivo.

Dubbi sulla norma, che equipara PMI e professionisti, erano stati sollevati anche dai tecnici del Ministero dello Sviluppo Economico all’indomani dell’approvazione da parte dei senatori, poichè, secondo i quali, si correrebbe il rischio, innescando dubbi interpretativi, di relativi contenziosi.

Di contro, l’Adepp, l’associazione delle casse di previdenza private comprensiva anche della cassa dei Geometri e INARCASSA, risponde: “Non si ritiene ammissibile che, dopo una lunga battaglia per istituzionalizzare il riconoscimento dell’effettiva equiparazione dei professionisti alle piccole e medie imprese, avvenuto da tempo in sede europea e recentemente nel tavolo di confronto con il Ministero dello Sviluppo Economico si debba assistere al tentativo di discriminare un soggetto economico che contribuisce per oltre il 10%  al Pil del nostro Paese”.

Contro l’emendamento, si schierano anche alcuni esponenti dello stesso PD tra cui il senatore Sergio Lo Giudice di ReteDEM che ha spiegato come “L’approvazione di quel comma impedirebbe l’accesso ai fondi strutturali europei a quelle partite IVA che di fatto rappresentano la sfida lavorativa di tante e tanti giovani italiani”.

GALLERY