Concessione contributi per l'effettuazione di servizi di sostituzione in favore di giovani imprenditori agricoli

14-10-2013 13:57:06
Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali concede contributi per l'effettuazione di servizi di sostituzione in favore di giovani imprenditori agricoli. Il contributo, erogato a chi effettua il servizio di sostituzione, sara' pari all'80% del compenso lordo risultante dal documento contabile emesso dal sostituto, fino ad un massimo di € 100,00 giornalieri e di € 5.000,00 annui per singolo beneficiario dell'aiuto.
 
Per l’imprenditore richiedente (beneficiario dell’aiuto)
Possono presentare domanda di ammissione al contributo i giovani titolari di imprese agricole che svolgono attività di impresa sul territorio italiano, in possesso dei seguenti requisiti:
1. Qualifica di imprenditore agricolo professionale (IAP) o coltivatore diretto;
2. Età inferiore ai 40 anni al momento della presentazione della domanda;
3. Ricadere in uno dei seguenti casi in cui risulti necessaria la temporanea sostituzione dell’imprenditore nell’azienda:
a) Frequenza di un corso di formazione della durata minima di 5 giorni (nel caso di corso frazionato su più settimane o mesi è ammesso il cumulo delle giornate di frequenza al fine del raggiungimento del limite minimo di 5 giorni);
b) Solo per le imprenditrici donne, nascita di un figlio: in tal caso è ammissibile a contributo la sostituzione avvenuta nel periodo intercorrente dalla data del parto fino al compimento del 1° anno di vita del figlio.
 
Per il soggetto che effettua la sostituzione (sostituto)
Il sostituto può essere scelto liberamente dall’imprenditore richiedente purché persona professionalmente competente per l’espletamento dell’incarico.
Devono, inoltre, essere rispettate le seguenti condizioni:
1) La sostituzione dovrà essere effettuata esclusivamente da soggetti in possesso di capacità professionali adeguate all’esercizio della funzione da svolgere ed abilitati all’emissione di documenti contabili;
2) È esclusa la possibilità che l’imprenditore richiedente sia sostituito da eventuali cointestatari della medesima azienda e/o da eventuali appartenenti allo stesso nucleo famigliare.
Le domande saranno esaminate in base all’ordine cronologico di arrivo, fino ad esaurimento fondi.
 
GALLERY