AVVISO: A CAUSA DEL RECENTE AUMENTO DEI CONTAGI COVID-19 I NOSTRI UFFICI RICEVONO SOLO SU APPUNTAMENTO. PER PRENOTARSI TEL. 0828 616960

Fondi per la realizzazione di nuovi impianti per il riciclo dei rifiuti plastici

08-11-2021 14:57:52
Il Ministero della Transizione Ecologica ha pubblicato un Bando (Scarica Bando) per favorire l’economia circolare attraverso il potenziamento della rete di raccolta differenziata e degli impianti di trattamento e riciclo. Tali fondi sono previsti nel PNRR, ambito Investimento 1.2, Missione 2, Componente 1, e i progetti candidabili a finanziamento vengono individuati nell’ambito del Piano d’azione europeo nei settori dell’elettronica e ICT, carta e cartone, plastiche e tessili.
 

Soggetti beneficiari

I destinatari delle risorse sono le imprese attive nel settore industriale diretta alla produzione di beni o di servizi. e quelle artigianali di produzione di beni.
Sono altresì finanziate tutte quelle imprese che svolgono attività ausiliarie in favore delle imprese descritte in precedenza.
 

Linee di intervento

I progetti per la linea d’intervento A riguardano l’ammodernamento o l’ampliamento di impianti esistenti, e la realizzazione di nuovi impianti per il miglioramento della raccolta, della logistica e del riciclo dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (c.d. RAEE), comprese pale di turbine eoliche e pannelli fotovoltaici.
I progetti per la linea d’intervento B riguardano l’ammodernamento o l’ampliamento di impianti esistenti, e la realizzazione di nuovi impianti per il miglioramento della raccolta, della logistica e del riciclo dei rifiuti in carta e cartone.
I progetti per la linea di intervento C riguardano la realizzazione di nuovi impianti per il riciclo dei rifiuti plastici, compresi i rifiuti di plastica in mare.
I progetti per la linea di intervento D riguardano la realizzazione di infrastrutture per la raccolta delle frazioni di tessili pre-consumo e post consumo, l’ammodernamento dell’impiantistica e la realizzazione di nuovi impianti di riciclo delle frazioni tessili in ottica sistemica.
 

Dotazione finanziaria

Complessivamente la dotazione finanziaria è pari a 600 milioni di euro e nello specifico, ogni linea di intervento viene finanziata per un importo pari a 150 milioni di euro.
Per ciascuna dotazione, il 60% è destinato è destinato a Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Molise, Abruzzo, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna, mentre il  residuo 40% è destinato alle restanti Regioni e alle Province Autonome di Trento e Bolzano.
 

Entità dell’agevolazione

Il contributo riconosciuto a ciascuna impresa è del 35% dei costi ammissibili.
A seconda delle dimensioni aziendali la percentuale di contributo può essere aumentato di 10 punti per le medie imprese e di 20 punti per le piccole imprese, ed in presenza di sedi operative in zone particolarmente svantaggiate, può essere aumentato di 5 punti o 15 punti percentuali.
 

Scadenza

E’ prevista per il 12 febbraio 2022 la scadenza per la presentazione delle domande per tutte le linee di intervento.


Per rimanere aggiornato iscriviti alla nostra newsletter inserendo la tua mail nel riquadro in alto a destra. Se vuoi ricevere maggiori informazioni o affidarti al nostro team di professionisti per richiedere questi incentivi scrivici tramite il nostro form o contattaci via WhatsApp al numero 377 3758844.

(Fonte: 2020revisione.it)
GALLERY