Digitalizzazione Turistica: credito d'imposta del 30% per spese effettuate nel 2016

08-02-2017 11:30:46
Il bando si propone di incentivare la digitalizzazione delle strutture ricettive, grazie ad un credito d'imposta del 30% sulle spese sostenute nell'anno 2016.
 
Soggetti beneficiari:
 
1) gli esercizi ricettivi singoli: strutture organizzate in forma imprenditoriale, riconducibili alle seguenti tipologie:
 
- strutture alberghiere con almeno 7 camere (alberghi, villaggi albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi, condhotel, marina resort, nonché le strutture individuate come tali da specifiche normative regionali);
 
- strutture extra-alberghiere (affittacamere, ostelli per la gioventù, case e appartamenti per vacanze, residence, case per ferie, bed and breakfast, rifugi montani,nonché le strutture individuate come tali da specifiche normative regionali);
 
2) gli esercizi ricettivi aggregati, che forniscano servizi extra ricettivi o ancillari: aggregazioni - nella forma del consorzio, delle reti d’impresa, delle ATI e organismi o enti similari – costituite da un esercizio ricettivo singolo con soggetti che forniscano servizi accessori alla ricettività, quali ristorazione, trasporto, prenotazione, promozione, commercializzazione, accoglienza turistica e attività analoghe.
 
3) le agenzie di viaggio e tour operator appartenenti al cluster 10 dello studio di settore “Agenzie intermediarie specializzate nel turismo incoming” e cluster 11 dello studio di settore “Agenzie specializzate in turismo incoming”.
 
Tipologia di spese ammissibili
 
1) Spese per installazione impianti wi-fi: acquisto e installazione/router; dotazione hardware per la ricezione del servizio mobile (antenne terresti, parabole, ripetitori di segnale). L’esercizio deve garantire una velocità di connessione pari ad almeno un 1 Megabits in download.
2) Spese per siti web ottimizzati per il sistema mobile (rientra anche l’acquisto di software o applicazioni).
3) Spese per programmi e sistemi informativi per la vendita diretta di servizi e pernottamenti (come Booking engine).
4) Spese per spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici su siti e piattaforme informatiche specializzate.
5) Spese per servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale.
6) Spese per strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità.
7) Spese per la formazione del personale (docenze e tutoraggio).


Scadenza

23 febbraio 2017
GALLERY