Contributi a fondo perduto fino al 65% per interventi di bonifica dell'amianto

18-01-2017 17:47:06
L’obiettivo del bando  è quello di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro, rispetto alle condizioni preesistenti e riscontrabile con quanto riportato nella valutazione dei rischi aziendali.
Gli interventi di bonifica da MCA finanziabili sono unicamente quelli relativi alla rimozione con successivo trasporto e smaltimento, anche previo trattamento in impianto autorizzato, in discarica autorizzata. Sono quindi esclusi dal finanziamento gli interventi di rimozione non comprendenti lo smaltimento, quelli di incapsulamento o confinamento e, infine, il mero smaltimento di MCA già rimossi.
Per amianto si intendono i seguenti silicati fibrosi di cui all'articolo 247 del d.lgs. 81/2008:
a) actinolite d’amianto, n. CAS 77536-66-4;
b) grunerite d’amianto (amosite), n. CAS 12172-73-5;
c) antofillite d’amianto, n. CAS 77536-67-5;
d) crisotilo, n. CAS 12001-29-5;
e) crocidolite, n. CAS 12001-28-4;
f) tremolite d’amianto, n. CAS 77536-68-6.
Gli interventi dovranno essere affidati a ditte qualificate e iscritte all’Albo Nazionale Gestori Ambientali nelle categorie 10A o 10B per la rimozione e nella categoria 5 per il trasporto dei MCA.
 
 
Beneficiari
 
I soggetti destinatari dei finanziamenti sono le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio industria, artigianato e agricoltura ad esclusione delle micro e piccole imprese, anche individuali, che svolgono attività classificate con uno dei codici ATECO 2007 indicati al successivo punto b e le micro e piccole imprese, comprese quelle individuali, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli (alle quali è riservato lo specifico Avviso Pubblico ISI-Agricoltura 2016).
 
Al momento della domanda, l’impresa richiedente deve soddisfare, tra l’altro,  i seguenti requisiti:
Ø  avere attiva nel territorio di questa Regione/Provincia autonoma l’unità produttiva per la quale intende realizzare il progetto;
Ø  essere iscritta nel Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane;
Ø  essere assoggettata e in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi di cui al DURC.
 
Progetti finanziabili
 
Rimozione di intonaci in amianto applicati a cazzuola o coibentazioni contenenti amianto applicate a spruzzo da componenti edilizie
Rimozione di MCA da mezzi di trasporto
Rimozione di MCA da impianti e attrezzature (cordami, coibentazioni, isolamenti di condotte di vapore, condotte di fumi ecc.)
Rimozione di piastrelle e pavimentazioni in vinile amianto compresi eventuali stucchi e mastici contenenti amianto
Rimozione di coperture in MCA
Rimozione di cassoni, canne fumarie, comignoli, pareti, condutture o manufatti in genere costituiti da cemento amianto
 
Ammontare del contributo
 
Il finanziamento, in conto capitale, è pari al 65% delle spese ammesse sostenute, al netto dell’IVA, con un massimo pari a 130.000,00 Euro ed il minimo ammissibile è pari a 5.000,00 Euro. 
Per i progetti il cui finanziamento è pari o superiore a 30.000 Euro è possibile chiedere un’anticipazione pari al 50% che sarà concessa previa presentazione di garanzia fideiussoria emessa a favore dell’INAIL.
Sono ammesse le spese documentate direttamente necessarie alla realizzazione del progetto, le eventuali spese accessorie o strumentali funzionali alla realizzazione dello stesso e indispensabili per la sua completezza, nonché le eventuali spese tecniche, entro i limiti precisati negli allegati dell’Avviso.
Le spese devono essere sostenute dall’impresa richiedente i cui lavoratori e/o titolare beneficiano dell'intervento.
Le spese ammesse a finanziamento devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 5 giugno 2017.

Modalità e tempistica
 
La presentazione della domanda avviene a partire dal 19/04/17, fino alle ore 18,00 del 05/06/17.

Dal 12/06/17 inoltre verranno comunicate le date e gli orari di apertura e chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande (click day).
Entro 7 giorni dalla data del click day INAIL procederà alla pubblicazione delle graduatorie.
Entro 30 gg dalla pubblicazione della graduatoria l’impresa rientrante in graduatoria, dovrà procedere con l’invio dei documenti per la verifica amministrativa.

 
Il progetto dovrà essere realizzato e rendicontato entro un anno dalla data di ricezione della comunicazione di esito positivo della verifica amministrativa da parte dell’INAIL.
 
GALLERY